Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

CHI SIAMO

La BOTTEGA DELL’UMANITÀ è un progetto di ESSEREUMANI ONLUS nel campo della formazione e sviluppo di campagne sociali.

Il filo conduttore del progetto è la Didattica Sociale, vale a dire un approccio secondo il quale è possibile “insegnare il sociale” attraverso le esperienze vissute in prima persona.

La BOTTEGA collabora e sviluppa azioni con tutte quelle realtà che sono interessate ai temi di legalità, prevenzione, mediazione dei conflitti, diritti, ne citiamo alcune come scuole di ogni ordine e grado, centri giovanili, centri sportivi, aziende, realtà del territorio regionale e nazionale.

La finalità è da una parte quella di aprire gli occhi dei ragazzi e non solo su realtà praticamente sconosciute, o conosciute male, e dall’altra quella di spingere a fare una scelta “umana”, che renda capaci di vedere se stessi nel momento in cui si guarda per esempio una persona detenuta, una persona senza fissa dimora, una persona sulla carrozzina.

La persona in difficoltà va aiutata perché soffre come talvolta soffriamo noi, si sente sola come talvolta ci sentiamo soli noi, si arrabbia come talvolta ci arrabbiamo noi. Del resto anche noi in quelle situazioni vorremmo essere aiutati, o no? Si tratta solamente di essere umani, di aiutarci l’un l’altro per il bene di tutti secondo l’etica dell’ubuntu, la quale afferma che “io sono attraverso gli altri”. Bambini e ragazzi devono essere i primi a porsi la domanda “ma come faccio io a essere felice, se nel mondo ci sono tante persone tristi?”.

La BOTTEGA DELL’UMANITA ha la funzione di raggruppare all’interno di un’unica scatola tutti i contenuti che, con questa filosofia, gli operatori di ESSEREUMANI stanno sviluppando nelle scuole, centri giovanili, oratori, gruppi-- permettendo a tutti gli interessati di fruire di questi contenuti in modo facile e veloce.

Stile EU- UBUNTU

Per ESSEREUMANI l’ubuntu rappresenta allo stesso tempo il punto di partenza e quello di arrivo: tutte le nostre azioni sottendono il rispetto reciproco e l’idea che ci sia un legame di condivisione che unisce tutta l’umanità. Questo legame deve essere compreso da tutti, affinché la società non risulti più suddivisa in categorie più o meno “forti” e “potenti”, ma al contrario sia in grado di accogliere tutti allo stesso modo, dando un posto al disordine che ognuno si porta dentro. “Ubuntu” è un'espressione in lingua bantu che indica "benevolenza verso il prossimo". È una regola di vita, basata sulla compassione, il rispetto dell'altro. Appellandosi all'ubuntu si è soliti dire Umuntu ngumuntu ngabantu, "io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo". L'ubuntu esorta a sostenersi e aiutarsi reciprocamente, a prendere coscienza non solo dei propri diritti, ma anche dei propri doveri, poiché è una spinta ideale verso l'umanità intera, un desiderio di pace. In quest’ottica le proprie energie devono essere utilizzate in favore degli altri, i deboli, i poveri, gli infermi, chi mi è accanto... Più semplicemente, è ragionevole trattare gli altri così come vorrei essere trattato. L’Ubuntu è l'etica che i due premi Nobel per la pace Nelson Mandela e Desmond Tutu hanno trasformato in azione concreta per superare gli orrori dell’apartheid.

LA DIDATTICA SOCIALE

La Didattica Sociale, strumento ideato direttamente dagli operatori di EssereUmani, consiste nell’utilizzare una determinata realtà sociale, apparentemente distante da quella a cui ci si rivolge, da una parte per aumentare le conoscenze nei confronti di questa realtà e dall’altra per spingere ad assumere una prospettiva diversa nel vedere le cose.

Per esempio, gli operatori di EssereUmani potranno condividere la loro esperienza maturata all’interno del mondo carcere, per favorire la costruzione di un “ponte” tra il dentro e il fuori, ma anche per far riflettere le persone su quello che hanno, sulla loro libertà e su quante analogie possono esserci tra liberi e reclusi.

Secondo questa nostra visione è quindi possibile “Insegnare il Sociale” raccontandolo. Le nostre esperienze saranno il punto di partenza di qualsiasi nostra attività: Il circolo che si auto alimenta passerà dalla tesi “IMPARO DAL SOCIALE – RACCONTO IL SOCIALE”. Ogni incontro mi insegna qualcosa e raccontare ciò che ho imparato mi permetterà di fare un nuovo incontro, e quindi di imparare di nuovo.

 

FILOSOFIA SCUOLA

L’ambiente scuola riveste un ruolo centrale nella nostra dinamica educativa; una scuola che immaginiamo creativa, multiculturale; una scuola dei bambini e per i bambini.

ESSEREUMANI ha appositamente costituito un equipeall’interno della BOTTEGA che lavora sullo sviluppo e implementazione delle attività scolastiche, progettando e costruendo un nuovo cammino educativo. "Insieme" ai genitori, agli insegnanti, agli educatori (e a tutti coloro che ruotano attorno al mondo della scuola e dell'educazione) riflettiamo sul senso del tempo educativo e sulla necessità di adottare strategie didattiche di rallentamento dei tempi "moderni" a cui i ragazzi sono abituati.

Preferiamo usare per le nostre attività il termine ESPERIENZE, nelle quali si invitano i ragazzi a riflettere e a fare esperienza. Proponiamo l'applicazione dei diritti che hanno ma dei quali forse, a volte, si dimenticano: Diritto allo sporcarsi, al dialogo, al silenzio e alle sfumature... Il nostro lavoro prende spunto dai 10 diritti pensati dal professore Gianfranco Zavalloni, da qui partiamo per elaborare delle esperienze da condividere con i bambini prima e da far vivere e condividere nelle tante famiglie, perno dell'attività educativa. A questo si aggiunge l'idea di portare le scuole negli spazi aperti, recuperando le abilità manuali, sviluppando l'osservazione, agevolando esperienze utili anche per la crescita delle conoscenze e delle riflessioni personali. Vogliamo ricordare qui LA PEDAGOGIA DELLA LUMACA alla quale l'equipe sta lavorando per sviluppare nuove strade.

Vai all'inizio della pagina